Città di Mantova

In primo piano

- Iscritti ai Nidi privati: contributi per le famiglie
- Sto Bene a Scuola 2019: il 3 settembre Convegno per insegnanti al Ma.Mu.
- Borse di Studio offerte dal Comune di Mantova: domande entro il 31 ottobre
- Borse di Studio 2019 in ricordo di Alessandro Bartoli: domande entro il 31 ottobre
- Disponibili on-line i calendari scolastici 2019/20 di asili nido e scuole dell'infanzia
- Mense scolastiche: info generali; estratto conto pasti, ricariche e pagamenti; rette e riduzioni
- Newsletter N. 7 (7/6/2019): è possibile consultarla e iscriversi al Servizio

 
Home
Piano del Diritto allo Studio 2010-2011 Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

Il Comune di Mantova mette a disposizione per la consultazione il testo del Piano Diritto allo Studio 2010/2011 (approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 29 novembre 2010) e i relativi dati statistici.

Scarica il Piano Diritto allo Studio 2010/2011 (testo completo; file Pdf – 485 KB)

Scarica i Dati statistici 2010/2011 (file Pdf - 300 KB)

Nota introduttiva al Piano Diritto allo Studio 2010-2011
di Marco Cavarocchi, Assessore alla Pubblica Istruzione
 

Qui di seguito descriviamo alcune delle realizzazioni che hanno caratterizzato il lavoro dei nostri primi sei mesi.
Prima però vogliamo ricordare il quadro valoriale e di metodo nel quale ci siamo mossi (e ci muoveremo) che costituisce la cornice di senso delle cose realizzate, dalla più semplice alla più complessa:

• Dare centralità alle famiglie, ascoltare i loro bisogni, riconoscendo la loro priorità sociale.
• Costruire risposte flessibili, a garanzia dei diritti di ogni singola famiglia/persona.
• Cercare le soluzioni, di qualità, anche nel territorio, riconoscendo e dando valore alle competenze della comunità locale, nelle sue diverse espressioni.
• Promuovere nel contempo il livello qualitativo dei servizi prescolastici e scolastici, in particolare del sistema pubblico, a garanzia dei diritti di tutti.

… NEI NOSTRI PRIMI SEI MESI: 10 SCELTE COERENTI

1. Abbiamo scongiurato la chiusura della scuola primaria “Don Minzoni” di Borgo Angeli. Lo scarso numero di iscrizioni alla classe prima (iscrizioni febbraio 2010) metteva a rischio la sopravvivenza della scuola. In un primo momento sembravano perseguibili solo soluzioni “traumatiche”: spostare una delle classi prime che si stavano formando alla Martiri di Belfiore (certo non a rischio chiusura) agli Angeli per permettere di aprire una classe anche in questa scuola, oppure lasciare che i bambini degli Angeli si rassegnassero ad andare in altre scuole, mettendo a rischio la sopravvivenza della scuola. Insomma…spostare bambini come unica soluzione, con buona pace dei problemi che venivano a crearsi per le famiglie! Con il Provveditore agli Studi e la Dirigente del Comprensivo 3 durante l’estate è stata invece concordata una soluzione che ha permesso di accogliere i bambini degli Angeli nella loro scuola, formando un modulo con la classe successiva, aperta anche ai bambini di prima, con un percorso didattico specifico. Infine, a sostegno dell’offerta della scuola, abbiamo finanziato il doposcuola, con servizio mensa, per consentire la massima flessibilità al servizio delle famiglie.

2. E’ stato realizzato l’aumento dei posti di scuola materna nel centro storico, tramite l’apertura di una minisezione per 12 bambini all’asilo “Strozzi”. L’operazione, approvata dalla precedente Amministrazione, è stata fatta nostra, perché andava nel senso giusto, dando una reale risposta alle famiglie. Ha comportato la riconversione ad aule degli spazi dell’ex Circoscrizione Centro, e l’incremento di personale sia docente sia ausiliario, con lo stanziamento dei relativi fondi. Contemporaneamente è stato portato a termine, ad opera del Settore Lavori Pubblici, il pregevole restauro del cortile della scuola Strozzi, riconsegnato alla scuola e ai bambini con assoluto rispetto dei tempi previsti (1° settembre 2010).

3. Abbiamo deciso la riforma dei criteri per l’accesso alle scuole dell’infanzia del Comune in vista delle iscrizioni di gennaio 2011. L’unico reale criterio vigente fino all’anno scorso era la minore o maggiore distanza tra l’abitazione e la scuola scelta. I nuovi criteri per la formazione delle graduatorie daranno peso anche al lavoro dei genitori, cercando di recepire le problematiche delle famiglie, in particolare delle madri che lavorano, e aiutare veramente i genitori nella conciliazione tra i tempi di cura e i tempi lavorativi.

4. Abbiamo concordato con le scuole paritarie cattoliche la nuova convenzione, essendo scaduta la precedente ormai dal settembre 2009. Erogheremo un finanziamento uguale, nella quota massima, a quanto già erogato dalla precedente Amministrazione, con un diverso presupposto. Abbiamo infatti legato il finanziamento a una quota bambino, dato che, pur riconoscendo e sottolineando il valore sociale, culturale e morale espresso dalle scuole cattoliche in quanto tali, riteniamo che il presupposto principale del contributo pubblico risieda nella libertà di scelta del cittadino. Con il contributo comunale si intende pertanto, nei limiti finanziari possibili, abbassare la retta pagata dai bambini residenti nel Comune di Mantova che intendono avvalersi delle scuole cattoliche e quindi verrà erogato un contributo proporzionale al numero dei bambini iscritti residenti nel nostro Comune.

5. Abbiamo sostenuto tutti i doposcuola proposti dalle scuole, importantissimo servizio per le famiglie, assumendo anche quelli finanziati dalle Circoscrizioni cessate, aumentando l’offerta nella scuola degli Angeli. Confermato il sostegno anche al doposcuola che si svolge nelle tre scuole medie, a cura dall’Associazione Anna Frank, anche con l’impegno volontario degli studenti di quattro scuole superiori.

6. Abbiamo aumentato lo stanziamento finanziario per l’assistenza all’handicap (+30%) e, cosa meno delicata ma comunque significativa per il benessere nelle scuole, abbiamo aumentato il finanziamento per gli acquisti legati al funzionamento, come la carta, i detersivi … (+ 22%), il cui valore era fermo da un decennio.

7. A sostegno della qualità dei servizi scolastici abbiamo, tra l’altro:
• confermato il sostegno alla progettazione didattica nelle scuole;
• realizzato il Convegno di apertura d’anno scolastico“ Sto bene a scuola”, quest’anno centrato sul tema della valutazione degli apprendimenti e delle competenze, a cui hanno partecipato circa 500 insegnanti,
• investito sulla formazione del personale docente delle scuole materne, in particolare in ambito montessoriano,
• finanziato il sostegno ai percorsi didattici di qualità offerti dal territorio (MASTeR, Teatro ragazzi, Musica Scuola…)

8. Con l’obiettivo di aumentare l’offerta di servizi per i bambini 0-3 anni, oltre che confermare il finanziamento della Sezione Primavera annessa alla scuola materna Anna Frank (20 posti per bambini di due anni), stiamo definendo le convenzioni con i nidi privati per “l’acquisto” dal 1° gennaio 2011 di dodici posti, per dare una risposta economicamente sostenibile alle famiglie che sono in lista d’attesa nei nidi comunali. L’operazione si colloca all’interno del Piano Nidi della Regione Lombardia che prevede un finanziamento regionale, e sarà ispirata ad un rigoroso vaglio delle condizioni di qualità dei nidi convenzionati.

9. Stiamo lavorando, unitamente al Vicesindaco delegata per le Pari Opportunità, per realizzare anche a Mantova l’offerta delle “tagesmutter”, sul modello di Trento (anzi in diretto contatto con Trento), perché rappresenta un’idea molto interessante per conciliare, in modo sostenibile, i tempi familiari con i tempi lavorativi, specialmente laddove sia richiesta una flessibilità tale da non poter avere una risposta solo nel sistema tradizionale dei servizi, pubblici o privati che siano. E’ anche un modo per riconoscere e dare valore a competenze diffuse tra le famiglie, competenze che, organizzate in un progetto e potenziate dalla necessaria formazione, raggiungono visibilità sociale, vedono amplificata la loro utilità, e acquistano riconoscimento economico.

10. Come decima cosa, abbiamo scelto di sottolineare che per l’anno scolastico in corso sono state confermate tutte le tariffe esistenti per i diversi servizi (nidi, mense, trasporti, centri estivi). Solo da settembre 2011 è previsto un unico ritocco: nelle mense, ove, per la fascia ISEE massima, si tornerà al pagamento pieno del servizio (ossia il costo del pasto richiesto dalla ditta di ristorazione).

A seguire riporteremo la consueta descrizione dei servizi propri del “Diritto allo studio”, premettendo che, ovviamente, sono stati mantenuti tutti i servizi che hanno espresso e continuano ad esprimere utilità e qualità al servizio della città.
Il sistema dei servizi scolastici e prescolastici rappresenta infatti un patrimonio della città che va al di là delle singole Amministrazioni, le quali tuttavia sono tenute a garantire la costante aderenza dei servizi ai bisogni prioritari della comunità.

Ultimo aggiornamento ( Friday 03 December 2010 )
 
< Prec.   Pros. >

Bimbi in auto con il caldo

banner bambini in auto-1.jpg

 

 

Dote Scuola

logodotescuola.jpg

E se diventi farfalla

logo-e_se_diventi_farfalla.jpg
banner nidi gratis.png

Le cose e le loro lezioni

bannerlecoselelorolezioni-web.jpg
logo master.jpg
 logo pedibus millepiedini-web.jpg

MantovaScienza

banner_mantovascienza.jpg

banner Vaccinazioni

banner vaccinazioni-1.jpg

banner Non sei da sola

banner non sei da sola_480x320c.jpg
Design by Asitech srl.